IX CONCORSO INTERNAZIONALE LOVE

postato in: Dicono di me, Rassegna stampa | 0

IX CONCORSO INTERNAZIONALE LOVE
“Amore che viene, Amore che va”
Omaggio a Piet Mondrian
Dal 12 al 27 febbraio 2022
MUSEO DIOCESANO e Capitolare Sale della collezione permanente / Via XI Febbraio 4, Terni

Torna il Concorso Internazionale d’Arte Contemporanea LOVE, ‘San Valentino Arte 2022’, ideato e coordinato da Maela Piersanti con la direzione artistica di Franco Profili.
L’evento si svolgerà dal 12 al 27 febbraio nelle prestigiose Sale della Collezione Permanente del Museo Diocesano e Capitolare di Terni. 

Il Concorso si inaugurerà sabato 12 febbraio alle ore 17.30.
Il tema scelto per la nona edizione è Amore che viene, Amore che vacon l’omaggio all’artista fondatore del Neoplasticismo, Piet Mondrian, in occasione dei 150 anni dalla sua nascita. Il San Valentino Arte 2022 è dedicato all’artista ed amico Marco Collazzoni, il quale dalla precedente edizione presta il proprio nome per il Premio Marco Collazzoni.  Il premio Marco Collazzoni è dedicato all’artista che nella vita e nel proprio lavoro sceglie la via del confronto e del dialogo tra le diverse forme d’arte e di espressione praticate dall’uomo.

Prendono parte al concorso tanti artisti provenienti, oltre che dall’Italia, da Russia, Germania, Bulgaria e Polonia:
Matteo Agliani, Alena Aleksandra Lesnykh, Guido Angeletti, Angela Avenoso, Anna Battaglia, Daniela Bini, Dalida Borri, Beatrice Botondi, Marusya Boycheva, Simona Campanella, Valentino Carboni, Roberta Ceccarelli, Malgorzata Chomicz, Antonella Colangelo, Bruna Cordiani, Graziella Crudelini, Massimo Federici, Nohora Garcia Pena, Fabio Grassi, Emanuele Grilli, Alessandra La Chioma (Lale), Giorgio Lambertucci, Paolo Leonelli, Massimo Lesina, Lo Zoo di Simona, Renzo Lunetta, Michela Magnatti, Pierina Malatesta, Teresa Mancini, Elio Mariucci, Simona Marzio, M. Cecilia Mecucci, Roberto Michelini, Migilibi, Attilio Moresi, Barbara Novelli, Maria Passadore, Massimo Pelagagge, Laura Priami, Michele Proietti (Lupo), Raf, Marina Raimondi, Mauro Rosignoli, Anna Rita Rossetti, Lorella Sabbatini, Fausto Segoni, Anita Sideri, Simonetta Sinibaldi, Chiara Sposini, Roberto Stentella, Laura Tambone, Marco Turilli, Simone Vannelli, Irene Veschi, Eleonora Vignaroli, Heinz Justus Vollweiler, Anna Rita Zoffoli.

Le opere in concorso saranno giudicate da una commissione tecnica composta da:
Ugo Antinori – Artista
Don Claudio Bosi – Direttore dell’Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Terni
Monica Cerneschi – Storica dell’Arte
Isabella Cruciani – Storica dell’Arte
Arianna Gabrielli – Storica dell’Arte e Curatrice
Graziano Marini – Artista ed Operatore Culturale
Fulvia Pennetti – Direzione Istruzione e Cultura del Comune di Terni
Franco Profili – Artista ed Operatore Culturale
Davide Silvioli – Storico e Critico d’Arte Contemporanea
Paolo Carnassale e Giulia Ripandelli – Artisti Vincitori dell’edizione 2020
Valeria Alessandrini – Dottoressa in Conservazione dei Beni Culturali e Ambientali, Senatrice membro della 7^ Commissione Cultura

Il 27 febbraio alle ore 18.00 si terrà l’evento conclusivo del Concorso: la Premiazione dei vincitori della IX edizione del San Valentino Arte 2022, alla quale saranno presenti ospiti ed autorità.
Ma il Concorso Internazionale d’Arte Contemporanea ‘San Valentino Arte 2022’ è anche tanto altro: “Versetti pandemici”, “L’importanza del ruolo della ricerca”, “Con Mondrian … alla scoperta del regno di armonia”, “San Valentino e San Francesco”, “I linguaggi dell’Amore”, “Scuola al Museo”, “Servizi e attività della SII”, “Accendi il cuore per l’epilessia”, “Immagini di febbraio”.

Apertura e orari:
giovedì e venerdì: 16.00 – 19.30
sabato, domenica e lunedì 14 febbraio: 10.00 – 13.00 / 16.00 – 19.30
Ingresso libero*

 

 

SAN VALENTINO ARTE 2022

PREMIO GIURIA POPOLARE assegnato ad ANNA BATTAGLIA

L’artista si aggiudica il Premio Giuria Popolare con la sua opera “LOVE in MONDRIAN”, un doppio omaggio sia al tema del concorso che allo stile iconico di Mondrian, avendo riproposto l’uso rigoroso dei piani ortogonali utilizzati dall’artista per governare l’ordine compositivo. Inserendo l’elemento umano con il cuore all’interno dei piani geometrici l’artista conferisce alla sua opera quel valore romantico ed emozionale che invece Mondrian cercava di eliminare dai propri lavori per raggiungere la purezza della forma e della materia pittorica.

Arianna Gabrielli